L’AMORE DELLA NATURA…

L’Ambra, conosciuta anche come “l’oro del nord”, non è un minerale vero e proprio bensì una resina fossile di maestose conifere preistoriche, oggi estinte, pietrificandosi nel tempo. La sua appare come una storia leggendaria, eppure questa gemma miracolosa è il frutto di un processo alchemico naturale dovuto ad alcuni sconvolgimenti terrestri accaduti almeno 40 milioni di anni fa.

 

Ambra è una gemma leggerissima e calda al tatto, è trasparente e traslucida, ha il colore del sole, dell’oro e del miele, con tante suggestive sfumature che vanno dal giallo, all’arancio, al rosso, sino al verde o nero.

Molto spesso, l’ambra ingloba al suo interno bollicine d’aria e sottili spaccature, frammenti o interi organismi di foglie e insetti caduti e rimasti intrappolati nella resina vischiosa chissà quanti secoli fa. Organismi che hanno subito una sorta di mummificazione, grazie ad alcuni agenti chimici che ne impediscono la decomposizione ed il proliferare di batteri.

Perchè l’ambra ha così tanti benefici?

L’ambra contiene dal 3 all’8 % di acido succinico: a tale sostanza sono attribuite le sue proprietà curative.